“Belinda” fu introdotta negli anni ’30 dal collaboratore di Pemberton, padre degli Ibridi di moschata, ed è molto simile a “Ballerina”.

I fiori hanno più petali e sono di un rosa più intenso, che sbiadisce verso il tenue ma si mantiene bene se coltivata in mezzombra. Le piccole rose sbocciano in grandissimi mazzi spumosi, all’apice di lunghi steli arcuati, che poi si riempono di piccole bacche.

Le foglie allungate sono verde chiaro e molto sane, a maggio quasi nascoste dai fiori che poi continuano a sbocciare sino all’autunno inostrato. La pianta è robusta e di crescita ampia sia in larghezza che in altezza, addirittura adatta come rampicante nei climi caldi.

Note: rustica

Tipologia: x moschata

Caratteristica

Corolla

Tonalità

Rifiorenza

Profumo

Esposizione Consigliata

Dimesione Fiore

Altezza

Indietro