Cécile Brunner

Pernet-Ducher 1881

Graziosissima e facilissima, questa rosa è stata popolare nel passato così come lo è oggi.

La forma a cespuglio (ne esiste anche una mutazione sarmentosa) è estremamente rifiorente e densa di vegetazione: le piccole foglie sono chiare e allungate, i rami numerosi, fitti e verdi, quasi inermi.

I minuscoli boccioli della “rosa degli innamorati” sono i più slanciati ed eleganti che si possano immaginare, simili a piccole rose di porcellana si aprono poi in durevoli pompon rosa corallo che sbiadisce al sole.

Molto semplice da coltivare, è robusta e vigorosa ma la sua crescita compatta la rende adattissima alla coltivazione in vaso. Ha fioritura continua e tollera bene anche temperature rigide.

Note: “rosa degli innamorati”

Tipologia: polyantha

Caratteristica

Corolla

Tonalità

Rifiorenza

Profumo

Esposizione Consigliata

Dimesione Fiore

Altezza

Indietro